"Sempre all'avanguardia" è lo slogan dell'Audi A3 diventata il modello di prestigio nel segmento delle compatte. Il suo progresso è iniziato fin dai primi anni della sua comemrcializzazione è un’auto in continua evoluzione come dimostrano le versione che negli anni hanno calcato le scene del mercato italiano.

Audi A3: 1996

      

L'Audi A3 ha conquistato fin dal suo debutto proponendo uno stile unico che esprime imemdiatamente un caraterre sportivo grazie alle linee tondeggianti e aerodinamiche. Questa prima versione è molto simile alla Golf da cui riprende le sospensioni, i freni e il climatizzazione. 

Si presenta come una una due volumi a 3 porte con una gamma di motorizzazioni da subito soddisfacente: due motori benzina (4 cilindri da 102 Cv e un 4 cilindri a 20 valvole da 125 Cv) e due diesel Tdi da eroganti 90 e 110 Cv.

Tre gli allestimenti disponibili: Attraction, Ambition ed Ambiente.

 

Audi A3: interni della prima serie 

       

 

Audi A3 5 porte

      

Nel 1999 arrivano le portiere posteriori e viene introdotto il motore 1.8 turbo a benzina da 180 CV. Il 2001 è l'anno dei primi cambiamenti: cambia la fanaleria con l'introduzione dei proiettori polielissoidali senza fendinebbia integrati che vengono spostati nel paraurti anteriore e l'introduzione del nuovo motore Tdi da 130 Cv. 

 

Audi A3 seconda serie 

     

Nel 2003 debutta la seconda serie dell'Audi A3 che segna l'esordio del nuovo pianale Volkswagen. Cosa cambia rispetto alla versione precedente?

Tra le novità l'introduzione delle sospensioni posteriori multilink e l'ampliamento della gamma motori: dal 1,6 a benzina da 102 CV, al V6 3,2 litri da 250 CV, e i poi i 4 cilindri TDI iniettore-pompa da 1,9 e 2 litri che verranno poi sostituiti con i common rail.

Audi A3: interni della seconda serie e dimensioni 

    

Anche gli interni subiscono una rivisitazione così come la carrozzeria tra le modifiche introdotte la riduzione della sueprficie delle vetrate e le linee squadrate. Anche sul fronte delle dimensioni qualcosa cambia rispetto alla precedente versione: è più bassa rispetto alla serie precedente, ma leggermente più lunga e larga.

 

Audi A3 Sportback

     

 

Il 2004 segna l'arrivo della Sportback si tratta di una versione a 5 porte, station wagon più lunga rispetto alle precedenti con modifiche a livello estetico. Spicca la nuova calandra "single frame" e l'aggiunta di dettagli stilistici introdotti per enfatizzare la dinamicità dell’ Audi A3 Sportback. La gamma di motorizzazioni  propone propulsori a benzina e diesel con versioni ad alte prestazioni che sviluppano una potenza di 200Cv e di 265 Cv. 

 

AudiA3 cabriolet

    

Nel 2007 arriva la versione cabriolet dell'Audi A3 che colpisce immediatamente per il taglio della carrozzeria leggermente a cuneo e l’assenza dei montanti centrali. Per quanto riguarda la capote è disponibile sia nella versione completamente automatica (la tela impiega 9 secodni per ripiegarsi) che in una semi automatica. Spaziosa e con una discreta capienza del bagagliao. Quattro motori previsti inizialmente: due a gasolio e due a benzina, tutti turbo con potenze comprese tra i 105 e i 200 cv e due allestimenti Attraction e Ambition. 

 

AudiA3 2008 Restyling

    

Per stare al passo con le concrrenti l'Audi A3 nel 2008 si rifa il look; si tratta di ritocchi leggeri che interessano sopratutto l'aspetto estetico e in particolar modo il frontale. A cambiare è infatti il gruppo ottico e lo scudo anteriore. Modifiche anche per gli specchietti ai quali vengono incorporate le luci di direzione , le maniglie delle porte e il disegno dei crechi. Piccole migliorie anche nella parte posteriore tutte variazioni che generano un aumentare delle dimensioni sia in lughezza che in lunghezza.  Questo perfezionamento nasce con l'obiettivo di enfatizzare sempre più il carattere sportivo elegante di questa vettura. L'anno dopo continuano le novità e stavolta riguardano i motori è l'anno del debutto dei propulsori 1.2 TFSI e 1.6 TDI. 

AudiA3 terza serie

   

La terza serie si presenta con uno stile più rigido e un desgn molto pulito. Rispetto alla serie precedente ha i fari anteriori più aggressivi e una calandra con i bordi più arrotondati. Il posteriore è molto simile all'Audi, gli allestimenti interni sono caratterizzati da pregiati materiali. La novità più importante riguarda la dotazione tecnologica disponibile di serie con il navigatore satellitare basato su Google Maps e la connessione internet a bordo. Ancora più ampia la gamma di motori con l'introduzione di una versione Ibrida. 

Dopo tutta questa piccola storia sull’evoluzione dell’A3 non resta che guardare il video che racconta i progressi di questa berlina compatta della casa tedesca